Articles in Category: Viaggi

CAMPI PROFUGHI

Viaggio fra i rifugiati del Sahara Occidentale

DICEMBRE-GENNAIO 2017/2018

Progetto Campi profughi Sahrawi in collaborazione con l’Associazione Jaima Sahrawi di Reggio Emilia. Smara, Algeria del Sud.

“Vieni solo con la tua umanità, per sentirti più uomo, senza vanità; a salvare l’innocenza che sopravvive dalla guerra e dalla sua indecenza. Vieni ad evitare la morte che trascina la mia sorte, ad asciugare le silenziose lacrcime che soffocano le nostre anime. Vieni per non dimenticare quello che hai vissuto qua, per essere l’eco della mia voce che reclama libertà”

IMG 1342 2 800x579

Progetto Luca Di Bianca: bonifico del guadagno del suo ultimo libro “L’equilibrio Molteplice dell’Uno” nei mesi di novembre e dicembre; consegna del materiale scolstico raccolto presso la scuola elementare e media Montelucci di Guidonia (RM); consegna palloni e pompe gentilmente donati da Massimiliano Mogavero direttore di Decathlon Settecamini (RM).IMG 1662 751x600IMG 1666 800x533IMG 1700 800x546IMG 1708 800x564IMG 1412 800x533IMG 1423 800x533IMG 1429 800x533IMG 1431 800x533

CAMPO PROFUGHI SMARA, REPUBBLICA ARABA SAHRAWI DEMOCRATICA

Il popolo Sahrawi era residente nella zona del Sahara Occidentale, dominato dalla Spagna. Nel 1963 viene incluso dalle Nazioni Unite nell’elenco dei paesi da decolonizzare e nel 1966 l’ONU ratifica l’atto di autodeterminazione. La zona è ricca di fosfati e di possibili attività legate alla pesca e nel 1975 comincia l’invasione del Marocco che data la resistenza Sahrawi, vede anche l’utilizzo delle bombe al napalm. Ad invasione completa, tutta la popolazione è costretta all’esodo e trova rifugio in Algeria presso la zona di Tindouf. Nel 1991 con il cessate il fuoco, l’Onu invia in missione una delegazione per vigilare sulla tregua ed organizzare il previsto e ancora oggi mai tenuto referendum.

IMG 1220 800x554IMG 1221 800x544IMG 1245 768x600IMG 1286 800x563IMG 1297 800x533IMG 1304 800x533IMG 1331 800x538IMG 1342 2 800x579
IMG 1227 800x533IMG 1236 800x533IMG 1238 800x533IMG 1242 800x533IMG 1257 788x600IMG 1349 800x533IMG 1358 800x533IMG 1440 800x533IMG 1499 800x533IMG 1532 800x533IMG 1616 800x533IMG 1617 800x533IMG 1640 800x533IMG 1643 800x533
IMG 1213 800x533IMG 1363 800x533IMG 1367 800x533IMG 1512 800x533IMG 1546 800x533IMG 1548 2 800x523IMG 1559 800x533IMG 1570 800x533IMG 1576 800x533IMG 1583 800x533IMG 1631 2 800x533
In collaborazione Jaima Sahrawi è stato attuato un progetto fotografico con i ragazzi della scuola del campo profughi di Smara. Il tema scelto è stato: RIVOLUZIONI-Ribellioni, cambiamenti, utopie
IMG 1263 800x533IMG 1264 800x533IMG 1266 800x533IMG 1276 800x533IMG 1280 800x533
 L’ultimo giorno a scuola è stata fatta una mostra del lavoro effettuato insieme alla consegna di materiale scolastico, sportivo e medicinali.
IMG 1644 800x533IMG 1669 800x533IMG 1673 800x533IMG 1674 800x533IMG 1686 800x533IMG 1695 800x533
IMG 1444 800x533
Altri progetti sono stati: l’incontro con il ministro della salute con il dentista Stefano Dallari per istituire una commissione con l'associazione Italiana Dentisti Italiani
IMG 1206 800x533IMG 1314 800x533
-l’insegnamento del gioco del calcio da parte della volontaria Sara Conversi
IMG 1601 800x533
 
 
 
ALGERI, città di scalo per la tratta verso Tindouf
IMG 1166 800x533IMG 1184 800x533IMG 1185 399x600

CILE

Dalla Patagonia Cilena a San Pedro de Atacama

PATAGONIA CILENA 2009:

Parco Nazionale delle Torres del Paine, spettacolo di poderose guglie che si specchiano nei sottostanti laghi e laghetti, camminando fra i guanacos. Apoteosi di colori: dal blu dei laghi, al nero della roccia, allo splendore dei ghiacci. Diversi i trekking: dal Ghiacciaio Grey, a quello per salire alla Laguna Los Torres o per la laguna Azul e Cebolla. Da Puerto Natales in barca fino al fiordo Ultima Esperanza  e Da Punta Arenas in battello per Punta Delgada, dopo aver visitato l’ Estancia S. Gregorio del 1887, ora abbandonata con relitti di navi sulla spiaggia. In 20 minuti si traversa lo Stretto di Magellano per essere nell’Isola Grande della Terra del Fuoco fino a Ushuaia, la città più meridionale del mondo, ma questa è un'altra pagina che si chiama Argentina.

patag 481 800x600patag 496 450x600patag 497 800x600patag 519 800x600patag 524 800x600patag 540 800x600patag 547 800x600patag 560 800x600patag 561 800x600patag 570 450x600patag 573 800x600patag 580 800x600patag 584 800x600patag 586 800x600patag 594 800x600patag 598 800x600patag 600 800x600patag 603 800x600patag 605 800x600patag 609 800x600patag 610 800x600patag 620 800x600patag 630 800x600patag 634 800x600patag 635 800x600patag 643 800x600patag 664 800x600patag 671 800x600patag 672 800x600patag 673 800x600patag 675 450x600patag 686 800x600patag 687 800x600patag 689 800x600patag 694 800x600patag 697 800x600patag 698 800x600patag 699 800x600patag 701 800x600patag 703 800x600patag 704 800x600patag 725 800x600patag 727 800x600patag 735 800x600patag 736 800x600patag 742 800x600patag 749 800x600patag 753 800x600patag 755 800x600patag 757 800x600patag 762 450x600

SAN PEDRO DE ATACAMA 2013

 Hito Cajon (frontiera Bolivia Cile) – San Pedro de Atacama –  Valle de los Dinosauris – Valle de la Muerte – Mirador del Coyote – Cavernas de Sal – Las Tres Marias – Valle de la Luna (tramonto)

San Pedro de Atacama – Socaire - Laguna Miscanti e Miniques –

 Aguas Calientes – Piedras Rojas Socaire – Laguna Chaxa – Toconao -

San Pedro de Atacama

San Pedro de Atacama – Geyser El Tatio – Caspana –  Calama – Chuquicamata (miniera) –  San Pedro de Atacama

San Pedro de Atacama – Hito Cajon (frontiera Cile-Bolivia) –

BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 346 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 364 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 376 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 379 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 384 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 387 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 389 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 395 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 399 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 406 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 409 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 410 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 411 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 412 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 424 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 427 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 429 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 436 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 437 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 438 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 440 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 442 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 446 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 449 800x600

CINA

Tra le meraviglie cinesi del nord

CINA:

HOHHOT - DATONG - YUNGANG - MONASTERO SOSPESO - PINGYIAO - RESIDENZE WANG E QUIAO - SHUANGLI - XIAN - ESERCITO DI TERRACOTTA - BEIJING - MUTIANYU

MONGOLIA CINA 2 160 800x533MONGOLIA CINA 2 171 800x533MONGOLIA CINA 2 186 800x533MONGOLIA CINA 2 189 800x533MONGOLIA CINA 2 194 800x533MONGOLIA CINA 2 226 800x533MONGOLIA CINA 2 234 800x533MONGOLIA CINA 2 235 800x533MONGOLIA CINA 2 236 800x533MONGOLIA CINA 2 237 800x533MONGOLIA CINA 2 240 800x533MONGOLIA CINA 2 243 800x533MONGOLIA CINA 2 261 800x533MONGOLIA CINA 2 276 800x533MONGOLIA CINA 2 277 800x533MONGOLIA CINA 2 299 800x533MONGOLIA CINA 2 308 800x533MONGOLIA CINA 2 325 800x533MONGOLIA CINA 2 328 800x533MONGOLIA CINA 2 334 800x533MONGOLIA CINA 2 338 800x533MONGOLIA CINA 2 340 800x533MONGOLIA CINA 2 342 800x533MONGOLIA CINA 2 359 800x533MONGOLIA CINA 2 385 800x533MONGOLIA CINA 2 388 800x533MONGOLIA CINA 2 391 800x533MONGOLIA CINA 2 396 800x533MONGOLIA CINA 2 403 800x533MONGOLIA CINA 2 404 800x533MONGOLIA CINA 2 411 800x533MONGOLIA CINA 2 412 800x533MONGOLIA CINA 2 420 800x533MONGOLIA CINA 2 433 800x533MONGOLIA CINA 2 442 800x533MONGOLIA CINA 2 449 800x533MONGOLIA CINA 2 454 800x533MONGOLIA CINA 2 477 800x533MONGOLIA CINA 2 495 800x533MONGOLIA CINA 2 498 800x533MONGOLIA CINA 2 514 800x533MONGOLIA CINA 2 528 800x533MONGOLIA CINA 2 549 800x533MONGOLIA CINA 2 557 800x533MONGOLIA CINA 2 564 800x533MONGOLIA CINA 2 565 800x533MONGOLIA CINA 2 573 800x533MONGOLIA CINA 2 610 800x533MONGOLIA CINA 2 613 800x533MONGOLIA CINA 2 622 800x533MONGOLIA CINA A 333 800x600MONGOLIA CINA A 367 800x600MONGOLIA CINA A 368 800x600MONGOLIA CINA A 371 800x600MONGOLIA CINA A 416 450x600MONGOLIA CINA A 457 800x600MONGOLIA CINA A 463 800x600MONGOLIA CINA A 470 800x600MONGOLIA CINA A 473 800x600MONGOLIA CINA A 475 800x600MONGOLIA CINA A 478 800x600MONGOLIA CINA A 481 800x600MONGOLIA CINA A 483 800x600MONGOLIA CINA A 490 800x600MONGOLIA CINA A 493 800x600MONGOLIA CINA A 496 800x600MONGOLIA CINA A 497 800x600

CIPRO

Due anime per lo stesso Dio

CIPRO – luglio 2021

Cristiani e musulmani, due grandi anime per lo stesso Dio. L’isola di Cipro è un microcosmo tra occidente e oriente.

CIPROIMG 0099 2 800x533

LARNACA, Chiesa di San Lazzaro. Secondo la tradizione Cristiana, il redivivo Lazzaro venne nell’isola di Cipro a diffondere il Vangelo e divenne il vescovo di Kition (nome antico di Larnaca); parte delle sue spoglie sono conservate nell’interrato sotto l’altare. 

CIPRO20210712 202448 800x600CIPRO20210713 094805 786x600CIPRO20210713 100147 800x594CIPROIMG 0109 800x534CIPROIMG 0112 800x533CIPROIMG 0121 800x533

LARNACA, spiaggia di Finikoudes, forte medievale di origine ottomana e moschea Djami Kebir nel vecchio quartiere turco di Skala

CIPRO20210713 124129 800x581

LARNACA, lago salato e moschea Halan Sultan Tekke

CIPROIMG 0087 2 800x533CIPROIMG 0096 800x533CIPROIMG 0097 800x533

NICOSIA (ultima città europea ancora divisa)

Moschea Omeriye

CIPRO20210708 174748 800x600CIPRO20210708 175225 800x590

Casa di Hadjigeorgakis Kornesios

CIPRO20210708 180920 800x600

NICOSIA, CIPRO DEL NORD (Repubblica riconosciuta solamente dalla Turchia)

Moschea Selimiye (ex Cattedrale di Santa Sofia)

CIPRO217415145 2928515990795449 6819472925671786395 n 760x600

Buyuk Hamam

CIPRO149822034 2921248831477703 8364359593704985247 n 800x576

REPUBBLICA DI CIPRO OCCIDENTALE

Ayia Napa, Capo Greco, Lover’s Bridge, Chiesa Ayioi Anargiroi

CIPRO20210710 120436 800x600CIPRO20210710 120654 800x571CIPROIMG 0004 800x533CIPROIMG 0015 800x534

Chiesa Ayioi Anargiro (via terra)

CIPROIMG 0033 800x534

Paralimni. Agios Georgios, chiesa vecchia e nuova.

CIPROIMG 0024 800x552CIPROIMG 0048 800x533CIPROIMG 0049 800x533

Lefkara, Chiesa della Santa Croce. Secondo la tradizione Cristiana, nel reliquiario c’è un pezzo della croce dove Gesù fu crocifisso

CIPROIMG 0064 800x534CIPROIMG 0067 361x600CIPROIMG 0071 800x533CIPROIMG 0075 800x546CIPROIMG 0080 800x534

COREA DEL SUD

Tra antico e moderno

COREA DEL SUD dicembre/gennaio 2024

"Nessun rimpianto per il passato, nessuna paura per il futuro, la VITA è sempre nel prossimo respiro, ora."

Corea del SudCorea del Sud20231231 084655 800x600In alto la statua di Sejong, quarto re di Joseon, colui che creò nel XV sec l'alfabeto coreano

BREVE STORIA DEL PAESE

Per comprendere la Corea del Sud è necessario fare un salto indietro facendo una panoramica su tutta la penisola coreana, l'attuale nord incluso perché la divisione del paese avviene solo nel 1945. Prima di questa data le due Coree hanno avuto una millenaria e ricca storia comune, che ha definito anche quella dell‘Asia Orientale.

La Corea nasce per la mitologia locale nel 2333 a.C., sotto il suo primo e leggendario re Tan’gun, generato dall’unione tra un’orsa e un dio. I siti archeologici più antichi invece, sono quelli del regno di Gojoseon, risalente al II millennio a.C. Con il periodo dei Tre Regni la Corea ebbe il suo massimo splendore culturale, con influenze arrivate fino in Giappone. Il regno di Silla sottomise le tribù, unificandole per tre secoli di pace e buoni rapporti anche con la Cina. Nel 936 Silla si sottomise alla dinastia Goryeo da cui deriva il nome del paese. Alla fine del ‘800, la Corea entrò nelle mire di Giappone, Russia e Cina e, nel 1905 il Giappone ottenne il protettorato e nel 1910 l’annessione. Dopo il crollo della Germania nazista, nel 1945, avvenne la divisione delle due Coree e, con la Guerra Fredda, sfumò la promessa della riunificazione. Ad oggi, i rapporti tra le due Coree oscilla tra vari tentativi di riavvicinamento. L’economia della Corea del Sud a differenza di quella del Nord, oggi è fiorente, come il suo settore turistico.
Corea del SudCorea del Sud20231231 083420 800x600
In alto la statua dell'ammiraglio Yi Sun Sin che sconfisse la marina giapponese durante il periodo delle invasioni
 
FOTOREPORTAGE DEL MIO VIAGGIO TARGATO... IMG 20230301 WA0008
SEOUL
Piazza Gwanghwamun e Gyeongbokgung (palazzo reale) 
Corea del SudCorea del Sud20231231 085222 800x600Corea del SudCorea del Sud20231231 100626 800x600Corea del SudCorea del Sud20231231 101857 800x600Corea del SudIMG 0946 800x533
Corea del SudIMG 0933 800x533
 
Corea del SudIMG 0963 800x533Corea del SudIMG 0972 800x533Corea del SudIMG 0976 800x533Corea del SudIMG 0987 800x533
Namdaemum Market e la vista dalla N Seoul Tower
Corea del SudCorea del Sud20231231 120810 800x600Corea del SudCorea del Sud20231231 122541 800x600Corea del SudCorea del Sud20231231 1216490 800x600Corea del SudIMG 1025 800x533
Changdeokgung (palazzo reale)
Corea del SudIMG 0868 800x533Corea del SudIMG 0893 800x533Bukchon Hanok VillageCorea del SudIMG 0899 800x533Corea del SudIMG 0903 800x533Corea del SudIMG 0916 800x533Deoksugung (palazzo reale)Corea del SudIMG 1002 800x533Corea del SudIMG 1006 800x533Corea del SudIMG 1009 800x533
Seoul Lantern Festival
Corea del SudCorea del Sud20231231 225227 800x600Starfield libraryCorea del SudCorea del Sud20240101 111848 800x600K-Road e le mani del rapper coreano Psy autore del brano "Gangnam Style" (Gangnam è un quartiere di Seoul) Corea del SudCorea del Sud20240101 121451 800x600Corea del SudCorea del Sud20240101 143935 800x600
ZONA DEMILITARIZZATA
La zona demilitarizzata nasce sul confine originale tra gli Stati Uniti e le brevi aree amministrative coreane dell'Unione Sovietica alla fine della seconda guerra mondiale dopo la creazione della Repubblica Democratica Popolare di Corea (Corea del Nord) e della Repubblica di Corea (Corea del Sud) e divenne di fatto uno dei fronti più tesi nella Guerra Fredda.
La linea di demarcazione si interseca lungo il 38° parallelo, è lunga 250 km, larga circa 4 km ed è stabilita dalle disposizioni dell'accordo di armistizio tra Corea del Nord e del Sud firmato insieme alla Cina e al comando delle Nazioni Unite nel 1953 a termine della Guerra di Corea, iniziata a causa dell'invasione del nord nel 1950 e che causò più di 3 milioni di vittime.
Corea del SudCorea del Sud20231230 115759 800x600Corea del SudCorea del Sud20231230 120429 800x600Corea del SudCorea del Sud20231230 121158 800x600
YANGDONG FOLK VILLAGE
Villaggio storico tradizionale che ha conservato i caratteri storici del periodo Joseon
Corea del SudCorea del Sud20240102 123822 800x600Corea del SudIMG 1040 800x533Corea del SudIMG 1043 800x533
GYEONJU
Fu la capitale della dinastia Silla dal 57 a.C al 935 in un periodo d'oro dell'antica civilizzazione coreana. Gyeongju diventò una città internazionale, centro politico e sociale fino alla fine del IX secolo quando il regno di Silla, e con esso anche Gyeongju, iniziò il suo declino. All'inizio del XX secolo grazie a innumerevoli scavi archeologici sono stati riportati alla luce molti tesori, tra cui le famose tombe.
Corea del SudCorea del Sud20240102 162631 800x600

Corea_del_SudIMG_1052_800x533.jpgI tumuli possono variare da un massimo di 23 metri di altezza a meno di un metro, il che li rende difficili da identificare. Di solito la tomba era di legno e veniva posta sottoterra, o sul terreno ma coperta da un primo strato di rocce e poi da un secondo strato di terra. L'unica tomba aperta al pubblico è quella del "cavallo divino", Cheonmachong (foto in basso).Corea del SudIMG 1055 800x533Corea del SudIMG 1057 800x533Corea del SudIMG 1067 800x533Corea del SudIMG 1071 800x533Seongdong MarketCorea del SudIMG 1085 800x533Corea del SudIMG 1088 800x533Corea del SudIMG 1090 800x533BULGUKSA TEMPLE: Il Tempio della terra del Buddha venne costruito nell’VIII secolo d.C. sulle pendenze boschive deLl’odierna Gyeongju, un tempo fu una capitale del regno Silla. Considerato come uno dei migliori complessi religiosi buddisti mai costruiti nel paese, insieme all’adiacente grotta Seokguram con la sua statua gigante del Buddha seduto, sono stati riconosciuti dall’UNESCO come siti del Patrimonio Mondiale.Corea del SudCorea del Sud20240103 161607 800x600Corea del SudCorea del Sud20240103 163004 800x600Corea del SudCorea del Sud20240103 163457 800x600Corea del SudCorea del Sud20240103 164947 800x600Corea del SudCorea del Sud20240103 165308 800x600Corea del SudCorea del Sud20240103 173830 800x600Corea del SudCorea del Sud20240104 082659 800x600BUSAN. Principale città portuale della Corea del Sud e seconda città più popolata dopo la capitale Seoul.

Jagalchi MarketCorea del SudIMG 1093 800x533Corea del SudIMG 1096 800x533Yonggungsa TempleCorea del SudIMG 1105 800x533Corea del SudIMG 1110 800x533Corea del SudIMG 1118 800x533Corea del SudIMG 1123 800x533Corea del SudIMG 1125 800x533Haeundae Sky CapsuleCorea del SudIMG 1126 800x533Corea del SudIMG 1140 800x533Corea del SudIMG 1143 800x533Corea del SudIMG 1148 800x533Gamcheon Cultural Village

Corea del SudIMG 1156 800x533Corea del SudIMG 1165 800x533Corea del SudIMG 1169 800x533

COREA DEL SUD - dicembre/gennaio 2024Corea del SudIMG 0990 800x533

CUBA

Hasta la Victoria siempre

CUBA (natale-capodanno 2012/2013)

itinerario a fine articolo

CUBA 003 800x600CUBA 005 800x600CUBA 013 800x600CUBA 014 800x600CUBA 020 400x600CUBA 027 800x600CUBA 028 800x533CUBA 042 800x600CUBA 051 800x600CUBA 089 800x533CUBA 138 800x600CUBA 164 800x600CUBA 166 800x600CUBA 191 800x600CUBA 197 800x600CUBA 202 800x533CUBA 229 400x600CUBA 253 800x600CUBA 272 800x600CUBA 279 800x600CUBA 281 800x600CUBA 284 800x600CUBA 285 800x600CUBA 295 800x600CUBA 315 800x600CUBA 318 800x600CUBA 326 800x600CUBA 327 800x533CUBA 756 400x600CUBA 757 800x533

CUBA 200 450x600CUBA 211 800x600CUBA 223 800x600

1 24 lun ITALIA (Milano-Roma) - MADRID – HABANA

2

25 mar

HABANA – VINALES (mirador, murales preistoria, visita casa campesino, cueva del indio, escursione a cavallo fra i mogotes)

3

26 mer

VINALES – CUEVA SAN TOMAS –  CAYO JUTIAS  - VINALES

4

27 gio

VINALES - SOLEA (orquideario) – FINCA FIESTA CAMPESINA (pranzo) – BAIA DEI PORCI (Cueva de los peces, Punta Perdiz) – PLAYA GIRON

5

28 ven

PLAYA GIRON (museo, Playa Los Cocos) -  CIENFUEGOS (visita città, Punta Gorda) - TRINIDAD

6

29 sab

TRINIDAD (escursione in bici a Playa Ancon, visita città)

7

30 dom

TRINIDAD – MANACA IZNAGA – SANTA CLARA ( mausoleo Che Guevara, tren blindado, visita città) - REMEDIOS

8

31 lun

REMEDIOS – CAIBARIEN -CAYERIAS DEL NORTE (Playa Las Salinas) – REMEDIOS

REMEDIOS – ZULUETA (Las Parrandas) - REMEDIOS

9

1 mar

REMEDIOS – LA HABANA (visita città)

10

2 mer

LA HABANA (museo de la Revolucion, visita città) – aeroporto HABANA

11

3 gio

ITALIA

 

 

DANCALIA

L'inferno degli Afar

DANCALIA - L'INFERNO DEGLI AFAR - ETIOPIA

Danakil Depression - Afar Country

"...un deserto di sale, un vulcano che  gioca a nascondersi, un lago che attira gli uccelli e poi li uccide... la Dancalia è degli Afar e schiude la propria straordinaria umanità solo a chi, mettendo da parte gli stereotipi sull'Africa, sa stare fianco a fianco con la diversità. Volti e scenari da scoprire oggi, prima che il turismo e le multinazionali minerarie stravolgano definitivamente la bellezza desolata di queste terre e dei loro abitanti" Andrea Semplici

DALLOL - LA COLLINA DEGLI SPIRITI

IMG 0323 800x533IMG 0328 800x533IMG dancIMG 0361 800x533IMG 0367 800x533IMG 0383 800x533IMG 0393 800x533IMG 0385 800x533

in alto Mussa, scorta armata Afar

LA PIANA DEL SALE - cammellieri tigrini scendono dagli altopiani per estrarre tavole di sale, l'oro della dancalia, tagliato poi dagli Afar a formare dei grossi quadrati che i dromedari trasportano sul loro dorso nella via del ritorno verso le montagne della regione del Tigray

IMG dancaIMG danca 2

IMG 0424 800x533IMG 0431l

IMG 0444 800x512IMG 0452 800x535FIUME SABA - è dura la vita dei cammellieri, in cammino per decine di giorni e nutrendosi soprattutto (se non solo) di pane borgutta e tea

IMG 0499 800x533IMG 0502 800x596

ERTA ALE - VULCANODancalia dic2014 120 800x532Dancalia dic2014 151 800x532

VOLTI AFAR

IMG 0208 800x533IMG 0212 800x533IMG 0232 800x533IMG 0248 800x533IMG 0272 800x533IMG 0276 800x533IMG 0279 800x533

LAGO SALATO E SALINE DI AFDERA

IMG 0158 loloIMG 0167 800x533IMG 0171 800x533IMG 0453 800x508IMG 0456 800x533IMG 047 dannIMG 0476 800x555

MERCATO DEL BESTIAME DI BATIIMG 0028 800x533IMG 0033 800x533

IMG 0049ddIMG 0051km

IMG 0069 800x543IMG 0071 800x598IMG 0090 800x533IMG 0112 800x533IMG 0113 800x533

IMG 0121dannyIMG 0135 danny

 

IMG 0140 800x543IMG 0148 800x545IMG 0517 800x533

...bianco e nero...

IMG 0523 800x548z IMG 0049 2 800x533z IMG 0071 2 800x598z IMG 0185 800x533z IMG 0272 2 800x533z IMG 0431 2 800x533z IMG 0479 800x513z IMG 0481 800x553

...le nostre dimore...IMG 0161 800x533IMG 0485 800x533IMG 0486 dann

PER QUANTO LO SI POSSA PERCORRERE, IL MONDO NON TI DARA' MAI UNA META, PERCHE' VIAGGIARE E' UN CONTINUO PROGREDIREIMG 0291 800x533

DANCALIA - ETIOPIA - ottobre/novembre 2018

EGITTO

Lungo la valle del Nilo

EGITTO - Lungo la valle del Nilo, da Il Cairo ad Abu Simbel - dicembre 2018 / gennaio 2019

-Fucina di cultura senza eguali e uomini avvolti nel mistero, la cui arte li rende immortali-

ALTOPIANO DI GIZA  

Piramide di Chefren (IV dinastia 2558-2532 a.C.)

IMG 0130 2 800x534IMG 0145 800x540

Piramide di Cheope (Grande Piramide) e in basso a destra la Barca Solare. (IV dinastia 2589-2566 a.C)IMG 0151 800x528Da sinistra a destra: Piramide di Cheope (grande Piramide), Piramide di Chefren, Piramide di Micerino (IV dinastia 2532-2503 a.C). La piramide di Chefren, successore di Cheope, può sembrare più grande ma è solo perche costruita su una base più alta rispetto a quella del suo predecessore.IMG 0157 800x533 xxxxPiramide di Chefren e Sfinge (il cui volto ritrae lo stesso faraon Chefren)SFINGE

...di notte

IMG 0286 800x528IMG 0292 800x514

SAQQARA

Piramide a gradoni di Djoser, primo esempio di piramide (III dinastia 2667-2648 a.C.)

IMG 0111 800x527

Corridoio interno della piramide di TetiIMG 0121 800x533

DASHUR 

Piramide Rossa e corridoio interno; Piramide romboidale. Regno del padre di Cheope, il faraone Sneferu (IV dinastia 2613-2589 a.C.).

IMG 0099 800x533IMG 0084 800x533sa IMG 0101 800x533

MENFI

Antica capitale, statua di Ramsess II (IX dinastia 1279-1213 a.C.)me IMG 0105 800x533

IL CAIRO

QUARTIERE ISLAMICO

Vista delle piramidi (Micerino dietro i palazzi, Chefren e Cheope o Grande Piramide) dalla Cittadella costruita da Saladino 

IMG 0030 800x533 egitto

Moschea di HassanIMG 0031 800x533

Moschea di Muhammed Ali

IMG 0036 800x580 ali

Moschea di Al-Azhar (poco prima della preghiera del tramonto)IMG 0068 800x534IMG 0073 800x533

Moschea di Ibn Tulum e panorama dal minareto a spirale adiacente (unico altro modello a Samarra, Iraq)

IMG 0229 800x526IMG 0237 800x533IMG 0243 800x533

CITTA' DEI MORTI: povero quartiere popolare nato "in mezzo" al vecchio cimitero di Qarafa, dove i vivi abitano con i morti (proibito al turismo)

IMG 0039 800x533IMG 0043 800x533Khan Al-Khalili, suq. El Fishawi, il più antico caffè/fumeria de Il CairoIMG 0264 800x533IMG 0268 800x533

QUARTIERE COPTO

Chiesa dei Santi Sergio e Bacco, costruita secondo la tradizione cristiana, sopra il luogo dove soggiornò la Sacra Famiglia durante la fuga in Egitto quando il re Erode ordinò la strage degli innocenti. In una nicchia a sinistra trovò riparo Gesù bambino.

IMG 0217 800x532

MUSEO EGIZIO

Sarcofago e mummia della nobile egizia Tuia

IMG 0017 800x533IMG 0020 400x600

Maschera di Tutankamon49690800 276318839728202 7523908337444847616 n 419x600

TEMPIO DI KARNAK  (dedicato al dio Amun, XVII-XX dinastia 1570-1090 a.C.)

IMG 0296 800x533IMG 0319 800x562IMG 0331 800x533

TEMPIO DI LUXOR (dedicato al dio Amun XVIII-XIX dinastia, 1390-1213 a.C.)IMG 0339 800x533IMG 0348 800x533Suq di LuxorIMG 0360 800x533TEBE 

Colossi di MemmoneIMG 0472 800x557Valle dei Re (XIX-XX dinastia, 1550-1069)IMG 0484 800x533IMG 0531 800x533IMG 0541 800x547Tempio di Hatsepsut, la donna faraone (XVIII dinastia 1473-1458)IMG 0545 800x552IMG 0554 800x533IMG 0556 800x533IMG 0560 800x561IMG 0573 800x520

-Tomba di Nefertari (foto "rubate" da una mia compagna viaggiatrice). Nefertari, moglie di Ramsess II, è vestita di bianco ed è accompagnata nella prima immagine da Horus, il dio falco figlio di Iside e Osiride e signore del cielo. Nella seconda è di fronte a Thoth, dio della luna.

49371996 2364136890476637 1810727009056194560 n 800x45049728085 2230256177189275 6094933346100445184 n 800x450

LUNGO LA VALLE DEL NILO

IMG 0368 800x554IMG 0384 800x562IMG 0389 800x562IMG 0391 800x560IMG 0394 800x546ABYDOS, TEMPIO DI SETI (XIX dinastia 1294 - 1279)IMG 0402 800x514IMG 0404 800x533IMG 0406 800x532IMG 0416 800x542IMG 0418 800x553ABYDOS, TEMPIO DI RAMSESS II (IXI dinastia 1279 - 1213)IMG 0422 800x533VILLAGGIO DI ABYDOSIMG 0427 800x536IMG 0432 800x533

DENDERA, TEMPIO DI HATHOR, dea protettrice della gioia, della danza, della musica, dell'amore e della fertilità VI dinastia

i volti che rappresentano Hathor sulle colonne del tempio,o stati sfregiati probabilmente da fanatici religiosi, cristiani o musulmani.

IMG 0446 800x533IMG 0450 800x533IMG 0452 800x533IMG 0453 800x533IMG 0462 800x531

EDFU, TEMPIO DI HORUS (periodo Tolemaico III secolo a. C.)

IMG 0614 800x553IMG 0618 800x530IMG 0621 800x537IMG 0624 800x527

TEMPIO DI KOM OMBO, dedicato al dio Coccodrillo Sobek e ad Horus il vecchio (periodo Tolemaico III a. C.)

IMG 0644 800x533

...verso AssuanIMG 0633 800x533IMG 0635 800x524

 

TEMPIO DI ISIDE, FILE (periodo Tolemaico III secolo a. C.)

IMG 0654 800x512IMG 0699 800x527

ABU SIMBEL

TEMPIO DI RAMSESS II (XIX dinastia 1279-1294) dedicato alla deificazione del faraone stesso e alle divinità Ra-Horakhty, Amun e Ptah. Per la costruzione della Grande Diga di Assuan ad opera di Nasser, l’Unesco salvò dal pericolo di allagamento il tempio di Ramsess II con un progetto: dal 1964 al 1968  venne tagliato e spostato blocco per blocco 65 metri più in alto e 300 metri più indietro.

IMG 0718 800x537IMG 0722 800x533IMG 0723 800x5335555IMG 0746 800x533

Il tempio originale era allineato in modo tale che ogni 21 febbraio e ogni 21 ottobre, rispettivamente il compleanno e l’incoronazione di Ramsess II, il primo raggio del sole illuminava le figure in basso: da sinistra Ra-Horakhty, Ramsess II e Amun, mentre Ptah, tutto a sinistra, rimaneva in ombra. Da quando il tempio fu spostato, il fenomeno succede un giorno più tardi.

IMG 0765 800x533IMG 0770 800x533IMG 0771 800x533IMG 0776 800x533Tempio di HatorIMG 0780 800x525IMG 0792 800x533IMG 0794 800x533

ASSUAN

Suq

IMG 0802 800x533

Isola Elefantina, villaggio nubiano di Siou

 

IMG 0813 800x533Mausoleo di Agha KhanIMG 0820 800x533Monastero di San SimoneIMG 0831 800x533Isola di Sehel, villaggio nubianoIMG 0837 800x534IMG 0847 800x533IMG 0850 800x521IMG 0851 800x533IMG 0855 800x539

EGITTO 2018-2019, Lungo il Nilo, da Il Cairo ad Assuan

EMIRATI ARABI UNITI

Dalla futuristica Dubai alla Gran Moschea di Abu Dhabi

EMIRATI ARABI UNITI - DUBAI e ABU DHABI Marzo 2023 

DUBAI

Bur Dubai, lo storico quartiere le cui zone più affascinanti sono quelle lungo il Creek che ti permettono di fare un viaggio nel passato attraverso il quartiere Al Fahidi, con il suo forte ed il vicino Meena Bazar.EMIRATI ARABI UNITI20230307 110713 800x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0113 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0118 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0123 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0124 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0130 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0134 800x533Con la barca tradizionale "abra" è possibile attraversare il Dubai Creek e giungere verso i Suq di Deira.EMIRATI ARABI UNITIIMG 0095 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0100 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0101 800x534Deira è uno dei quartieri più antichi e affascinanti di Dubai, polveroso, caotico e affollato, è un mondo a parte. E' la zona più multiculturale, abitata da immigrati provenienti da ogni dove ed è frequentata soprattutto per i suq dell'oro, delle spezie, dei profumi e dei tessuti. Nella prima foto di seguito, l'anello più grande e pesante del mondo certificato dal Guinnes dei Primati, "Stella del Taiba", 21 carati, peso di 64 kg e valore di 3 milione di dollari.EMIRATI ARABI UNITI20230307 095214 450x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0064 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0065 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0074 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0076 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0077 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0078 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0079 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0082 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0084 800x533Downtown Dubai, il vivace centro che ruota intorno al Burj Khalifa che con i suoi 828 metri è la struttura più alta al mondo. Tutta la Sheik Zayed Road è piena di edifici avveniristici.EMIRATI ARABI UNITI20230305 181428 800x600EMIRATI ARABI UNITI20230305 185313 800x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0018 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0021 800x533EMIRATI ARABI UNITI20230305 193650 450x600EMIRATI ARABI UNITI20230305 200650 800x600EMIRATI ARABI UNITI20230306 145714 450x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0043 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0047 800x533Sotto il Burj Khalifa c'è il Dubai Mall, il più vasto centro commerciale del mondo con 1200 negozi e attrazioni come un acquario su tre piani, una pista per il pattinaggio sul ghiaccio e uno scheletro di dinosauro.EMIRATI ARABI UNITI20230306 143535 800x600EMIRATI ARABI UNITI20230306 144021 800x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0032 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0034 800x533Museo del FuturoEMIRATI ARABI UNITI20230308 083453 800x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0012 800x533Sunset Beach, la spiaggia più caratteristica di Dubai fino alla costruzione dell'"ecomostro" che copre la vista del Burj Arab, struttura iconica costata 1 miliardo e mezzo di dollari che evoca la vela spiegata di un dhow.EMIRATI ARABI UNITI20230306 175620 800x600Poco lontano dalla spiaggia sopracitata sorge Madinat Jumeirah, uno dei progetti più interessanti di Dubai, versione contemporanea di un villaggio tradizionale, con tanto di suq, canali orlati di palme e ville del colore del deserto provviste di torri del vento.EMIRATI ARABI UNITIIMG 0055 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0057 800x533Dubai Marina e Palm Jumeirah. Sottratta al deserto, questa zona è una dei più grandi porti turistici esistenti sistemata intorno ad un canale lungo 3 km fiancheggiato da una selva di avveniristici grattacieli. E' possibile vedere dall'alto la grande palma dalla terrazza "The View at The Palm" che si trova al 52° piano di The Palm Tower.EMIRATI ARABI UNITI20230309 115327 800x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0223 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0225 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0230 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0235 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0239 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0240 800x533Deserto a circa 1 ora di auto ad est di DubaiEMIRATI ARABI UNITI20230307 181405 800x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0144 800x533

ABU DHABI

La Gran Moschea Sheikh Zayed è capace di accogliere 50000 fedeli ed è una delle poche moschee degli Emirati dove è consentito l'accesso ai non musulmani.EMIRATI ARABI UNITI20230308 112930 800x600EMIRATI ARABI UNITI20230308 113659 800x600EMIRATI ARABI UNITIIMG 0160 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0166 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0177 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0193 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0194 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0199 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0214 800x533EMIRATI ARABI UNITIIMG 0216 800x534EMIRATI ARABI UNITIIMG 0217 800x533

"Try to achieve the impossible and direct your people to ways of achieving it"

"Cerca di raggiungere l'impossibile ed indirizza la tua gente verso i modi per raggiungerlo"

Mohammed bin Rashid Al Maktum, emiro di Dubai e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti

ETIOPIA

Alla ricerca dell'Arca dell'Alleanza

ETIOPIA NOVEMBRE 2014

Lalibela

ETIOPIA 531 800x600ETIOPIA 552 800x600ETIOPIA 588 800x600ETIOPIA 592 800x600IMG 7732 800x533IMG 7756 800x533IMG 7769 800x533IMG 7793 800x533IMG 7799 800x533IMG 7825 800x533IMG 7839 800x533IMG 7846 800x533IMG 7877 800x533IMG 7884 800x533IMG 7919 800x533IMG 7945 800x533IMG 7978 800x533IMG 8008 800x533IMG 8025 800x533IMG 8026 800x533IMG 8042 800x533IMG 8059 800x533

Lago Tana

ETIOPIA 189 800x600IMG 6240 800x533IMG 6286 800x533IMG 6293 800x533IMG 6295 800x533IMG 6300 800x533IMG 6312 800x533IMG 6318 800x533IMG 6323 800x533IMG 6337 800x533IMG 6359 800x533IMG 6372 800x533

Monti del Tigray e Abuna Yemata Guh

ETIOPIA 406 800x600

18 800x60019 800x60023 800x600ETIOPIA 415 800x600ETIOPIA 418 800x600ETIOPIA 419 800x600ETIOPIA 424 800x600ETIOPIA 430 800x600ETIOPIA 432 800x600ETIOPIA 438 800x600ETIOPIA 465 800x600ETIOPIA 479 800x600ETIOPIA 492 800x600ETIOPIA 496 800x600

Monti Simien

IMG 6978 800x533IMG 6992 800x533IMG 6994 800x533IMG 7018 800x533IMG 7023 800x533IMG 7054 800x533IMG 7063 800x533

Debre Damo

10 800x60026 450x600ETIOPIA 377 450x600IMG 7335 400x600IMG 7338 800x533IMG 7352 800x533

Varie (Axum, Gondar, Addis Abeba...)

ETIOPIA 039 800x600ETIOPIA 051 800x600ETIOPIA 052 800x600ETIOPIA 116 800x600ETIOPIA 181 800x600ETIOPIA 220 800x600ETIOPIA 237 800x600ETIOPIA 248 800x600ETIOPIA 249 800x600ETIOPIA 308 800x600ETIOPIA 315 800x600IMG 5589 800x533IMG 6025 800x533IMG 6034 800x533IMG 6102 800x533IMG 6103 800x533IMG 6126 800x533IMG 6176 800x533IMG 6194 800x533IMG 6508 800x533IMG 6515 800x533IMG 6539 800x533IMG 6554 800x533IMG 6566 800x533IMG 6613 800x533IMG 6615 800x533IMG 6618 800x533IMG 6626 800x533IMG 6629 800x533IMG 6641 800x533IMG 6643 800x533IMG 6680 800x533IMG 6686 800x533IMG 6691 800x533IMG 6696 800x533IMG 6748 800x533IMG 6767 800x533IMG 6850 800x533IMG 6852 800x533IMG 6877 800x533IMG 6883 800x533IMG 7109 800x533IMG 7146 800x533IMG 7207 800x533IMG 7216 800x533IMG 7259 800x533IMG 7298 800x533IMG 7405 800x533IMG 7439 800x533IMG 7648 800x533IMG 7688 800x533IMG 7694 800x533

ORFANTROFI FINANZIATI DAL LIBRO "IL CACCIATORE ERRANTE"

-Ahope Ethiopia e Almaz Ashine Children

foto orfanotrofio modificata 663x600IMG 5600 800x533IMG 5625 800x533IMG 5663 800x533IMG 5678 800x533IMG 5705 800x533IMG 5723 800x533IMG 5734 800x533IMG 5783 800x533IMG 5794 800x533IMG 5816 800x533IMG 5838 800x533IMG 5862 800x533

FAROE

Viaggio nell'arcipelago scolpito dal vento

FAROE

“Nessuno di noi è un’isola e mai lo potrà pensare,

di vivere in disparte come un pezzo di terra in mezzo al mare;

perchè in realtà negli abissi del nostro profondo,

tutte le anime sono collegate come le terre di questo mondo”

ISOLE FAROE – viaggio nelle 18 isole disperse nell’oceano Atlantico, giugno 2019

DRANGARNIR e TINDHOLMUR, isola di Vagar

1 IMG 0155 ok 800x533hththIMG 0ggg151 800x530IMG 0149 800x533vdsvsvfsvIMG 0153 800x533ggggIMG dv0131 800x533gg

SORVAGSVATN (lago sospeso), isola di Vagar

IMG 0088 800x533IMG 0095 800x533

 BOUR, isola di VagarIMG 0012 800x533

GASALADUR, isola di VagarIMG 0024 7 800x533

NIKUR, essere sovrannaturale che vive nel lago ed assume forme animali, chi lo accarezza viene trascinato ed intrappolato sotto alle acque

IMG 9723 800x533

isola di MykinesIMG 0041 800x533IMG 0042 800x555IMG 0048 800x554IMG 0057 800x544IMG 0071 800x533IMG 20190622 WA0029 800x529

SAKSUN, isola di Streymoy

IMG 0190 2 800x533IMG 0192 800x533IMG 0193 800x517IMG 0194 800x533IMG 0197 800x533

ELICOTTERO VAGAR – TORSHAVN, capitale nell’isola di Streymoy (sotto Tinganes, centro storico e palazzo del parlamento)

IMG 0119 800x533lIMG 0115 800x553

 

IMG 0215 800x533IMG 0221 800x506

CROCIERA NEL FIORDO DI VESTMANNA, isola di Streymoy

IMG 0178 800x533

SANDUR (caverna delle streghe) e SOLTUVIK (bambina con le conchiglie), isola di Sandoy

IMG 0240 800x533IMG 0246 800x533

KIRKJUBOUR, isola di Streymoy

IMG 0251 800x526IMG 0260 800x524

CASCATA DI HALDARSVIK, isola di Streymoy

IMG 0289 800x548

TJORNUVIK, isola di Streymoy

IMG 0297 800x533

vista da TJORNUVIK (isola di Streymoy) e sotto da EIDI (isola di Eysturoy), degli scogli RISIN e KELLINGIN: secondo la leggenda erano un gigante ed una strega che volevano rubare le Faroe e portarsele via; mentre caricavano le rocce sulle loro spalle si fece giorno e la luce li trasformò in due rocce

IMG 0302 800x533xdsxIMG 0488 800x533

VIDAREIDI, isola di Vidoy (hikingtrekking sul Villingsdalfsfjall (844m) fino a capo Enniberg (756m, la scogliera marina più alta d’Europa e la più verticale del mondo)

vdsvfIMG 0471 800x53320190621 181844 800x25220190622 120935 800x256IMG 0480 800x534IMG 0486 800x533

KLAKSVIK, isola di Bordoy (hiking Halsur-Klakkur)

IMG 0327 800x533IMG 0340 800x533

KLAKSVIK, isola di Bordoy. Speed boat tour fino alla scogliera di Enniberg (756 m), sotto lo sguardo divertito di due bambini faroesia IMG 0378 800x533b IMG 0370 800x533IMG 0352 400x600IMG 0363 800x533nmm

KUNOY, isola di KunoyIMG 0382 800x533

ELDUVIK, isola di Eysturoy. La vista dalla mia finestra

IMG 0386 800x533

TROLLANES, isola di Kalsoy (hiking al faro di Kallur)

IMG 0403 800x53320190621 122317 800x600

MIKLADUR, isola di Kalsoy.

Il folklore tradizionale delle Faroe racconta che alla dodicesima notte le foche emergessero dal mare, si strappasero le loro pelli e diventassero simili agli esseri umani danzando sulla spiaggia. Ma prima del sorgere del sole, dovevano rimettersi la loro pelle di foca per tornare nel mare.

IMG 0389 800x533

ISOLE DEL NORD: round trip con il postale da Hvannasund (isola di Vidoy), – isola di Svinoy – isola di Fugloy – Hvannasund

IMG 0311 800x533IMG 0313 800x533IMG 0316 800x533

GJOVN, isola di Eysturoy

IMG 0443 800x533IMG 0460 800x533

“Camminare come cacciatori di conoscenza incontrando uomini ed animali

apprendendo la vita dalla natura e dalla voce dei nostri avi

Camminare ascoltando una stella,

seguendo le orme di altri passi,

imparando dalle cadute dove più forte ti rialzi

Camminare con gioia o con dolore per curare le proprie ferite

da solo e insieme ad altri, donando la vita ad altre vite

Camminate abbracciando tutto ciò che avete intorno

fino a sentirvi liberi di gridare IO SONO DEL MONDO”

IMG 9800 800x533

…niente potrà cancellare i passi del cammino percorso…

ISOLE FAROE, giugno 2019

ITINERARIO EFFETTUATO

1. ITALIA – FAROE – Gasaladur, Bour, Sandavagur (isola di Vagar)

2. Sandavagur, Midvagur, Sorvagur (isola di Vagar) – traghetto x l’ Isola di Mykines (hiking to Mykineshomur) – traghetto x l’isola di Vagar – hiking to Traelanipa Bosdalafossur (lago Sospeso) – Sandavagur

3. Sandavagur – Elicottero Vagar-Torshavn – hiking to Drangarnir/Tindholmur – Sandavagur

4. Sandavagur (verso l’isola di Streymoy) – Vestmanna (crociera nel fiordo) – Saksun (hiking nel fiordo) – Torshavn (visita della capitale)

5. Torshavn – traghetto x l’Isola di Sandoy – Skopun – Sandur hiking to Soltuvik – Skalavik – Skopun – traghetto x Torshavn sull’isola di Streymoy – Kirkjobour – Tjornuvik – isola di Eysturoy – Elduvik

6. Elduvik – postale in partenza da Hvannasund (isola di Vidoy) x l’isola di Svinoy e Fugloy (round trip) – Klaksvik (isola di Bordoy) – hiking Halsur/Klakkur -  speedboat tour to Enniberg – Kunoy (isola di Kunoy) – Elduvik (isola di Eysturoy)

7. Elduvik – isola di Kalsoy per l’Hiking to Kallur – isola di Eysturoy – Gjovn  – Elduvik

8. Elduvik – isola di Vidoy – Hiking to Villingsdalsfjall/Enniberg – Eidi (isola di Eysturoy) – Sandavagur (isola di Vagar)

9. FAROE – ITALIA

…di seguito il video del mio compagno di viaggio Renato Russo

FARWEST USA

On the road nei parchi dell'ovest

FARWEST 2017.

I parchi Ovest degli Stati Uniti D’America (California, Arizona, Utah e Nevada)

“Le sole persone che mi interessano sono i pazzi: i pazzi della vita, i pazzi delle parole, vogliosi di ogni cosa allo stesso tempo; quelli che non sbadigliano mai o dicono un luogo comune ma bruciano, bruciano come candele umane nella notte” Joack Kerouac, On the Road.

HORSESHOE BEND

IMG 20170904 WA0006 9 800x567

MONUMENT VALLEYIMG 0647 800x533IMG 0665 800x533

IMG 0697vIMG 0702 zIMG 0723zz

IMG 0708 800x489IMG 0732 800x534IMG 0749 400x600IMG 0752 800x533IMG 0756 800x530IMG 0759 800x540IMG 0768 2 800x533IMG 0773 800x533

DEATH HORSE POINTIMG 0791 800x533IMG 0796 800x533ARCHES NPIMG 0807 800x533IMG 0816 800x560IMG 0825 800x538IMG 0829 800x533IMG 0832 800x533IMG 0845 800x533IMG 0849 800x533IMG 0864 800x533BRYCE CANYONIMG 0887 800x533IMG 0893 800x533IMG 0919 800x533IMG 0922 800x533IMG 0929 800x533IMG 0931 800x533IMG 0939 800x533ZION NPIMG 0953 800x533

GRAND CANYONIMG 0521 800x533IMG 0536 800x533IMG 0544c

ANTILOPE CANYONIMG 0582 800x533IMG 0589 800x533IMG 0595 800x533IMG 0597 800x533IMG 0601 800x533IMG 0624 800x533IMG 0625 800x533IMG 0628 800x533IMG 0631 800x533

ROUTE 66IMG 0473 800x533IMG 0476 800x533

IMG 0489 800x533IMG 0484vbIMG 0498 800x533IMG 0500 800x533LAS VEGASIMG 0967 800x533IMG 0987 800x533IMG 0988 800x533NEVADA, AREA 51 e DEATH VALLEY NPIMG 1034 800x533IMG 1037 800x533IMG 1040 800x533IMG 1044 800x533IMG 1055 800x533LOS ANGELES: Hollywood, walk of Fame, Santa Monica e Venice BeachIMG 1058 800x533IMG 1076 695x600IMG 1092 800x533IMG 1120 800x533

GEORGIA

Sulle alture del Caucaso

GEORGIA 2016

Breve viaggio sulle alture del Caucaso

TBILISI

ARMENIA e GEORGIA 436 800x533ARMENIA e GEORGIA 442 800x533ARMENIA e GEORGIA 443 800x533ARMENIA e GEORGIA 448 709x600ARMENIA e GEORGIA 454 800x533ARMENIA e GEORGIA 456 800x533ARMENIA e GEORGIA 458 800x533ARMENIA e GEORGIA 470 800x533

MRSHKETA

ARMENIA e GEORGIA 270 800x533ARMENIA e GEORGIA 273 800x533ARMENIA e GEORGIA 286 800x533

ANANURIARMENIA e GEORGIA 299 800x533

GUDAURIARMENIA e GEORGIA 307 800x533ARMENIA e GEORGIA 315 800x533

KAZBEGIARMENIA e GEORGIA 318 800x533ARMENIA e GEORGIA 334 800x559ARMENIA e GEORGIA 338 800x533

DAVIT GAREJIARMENIA e GEORGIA 351 800x533ARMENIA e GEORGIA 354 800x533ARMENIA e GEORGIA 367 800x533ARMENIA e GEORGIA 380 800x533ARMENIA e GEORGIA 385 800x534ARMENIA e GEORGIA 402 800x533ARMENIA e GEORGIA 403 800x533

SIGHNAGHIARMENIA e GEORGIA 416 800x533GREMIARMENIA e GEORGIA 421 800x533ARMENIA e GEORGIA 425 800x533ARMENIA e GEORGIA 427 800x533ARMENIA e GEORGIA 428 800x533ARMENIA e GEORGIA 431 800x533

GHANA

Nel mondo degli Nzema

GHANA 2011

KUNDUM

Grazie al finanziamento della Missione Etnologica Italiana in Ghana (MEIG) ed al Dipartimento di Storia, Culture e Religioni della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università La Sapienza di Roma, sono stato inviato nel villaggio di Beyin, nell’area sud-est del Ghana, per fare ricerca sul campo durante il festival tradizionale del “KUNDUM”.

Che cosa è il KUNDUM: è la festa di fine anno, legata al ciclo delle attività agricole e alla fertilità dei campi e alla legittimazione dei rapporti tra il Paramunt Chief (capo supremo dello Nzema) ed i capi locali. La durata è di circa otto giorni ed è caratterizzata da danze, rituali di purificazione collettiva, cerimonie, azioni collettive per criticare il re e la sua famiglia e ancora tra donne e uomini, anziani e giovani e tra diversi villaggi, in un clima di rilassamento dell’ordine sociale; vengono esorcizzate le tensioni, i risentimenti ed il malessere individuale accumulato nel corso dell’anno. Questa sorta di anarchia è necessaria per ribadire la supremazia spirituale del re sui sudditi e ristabilire l’ordine in un nuovo anno purificato dalle scorie passate.

Le Origini della strana danza del Kundum: la leggenda vuole che un cacciatore durante una battuta di caccia vide dei nani ballare al ritmo di una musica ipnotica; rimase a studiarli per diversi mesi imparandone la danza e tornò al villaggio ad insegnarla al suo popolo

 

GIAPPONE

Hanami, la fioritura del ciliegio

GIAPPONE - HANAMI, contemplazione della fioritura del ciliegio (marzo-aprile 2014)

 HANAMI 

malinconica è la solitudine della natura,

effimera e fugace è la bellezza della sua fioritura;

 si spoglia dei suoi gioielli senza far rumore

e si veste di rami secchi, è denudata con dolore;

 amata solo quando fiorisce per poi essere abbandonata,

mentre piange i suoi petali, da nessuno è consolata;

 non ci sono orecchie per il suo lamento,

sordo è il suo grido quando il ramo è spezzato dal vento,

 e quando il fiore rinasce, si colorerà di bellezza invano

perchè sarà di nuovo sedotto dal soffio dell'uragano.

(Luca Di Bianca, "Il Cacciatore Errante")

ITINERARIO EFFETTUATO

1 29 sa Roma / Milano - Pechino aereo
2 30 do Pechino (incontro gruppo) - Tokyo aereo
3 31 lu TOKYO: Asakusa Tobu station per comprare il World Heritage Pass Nikko; Tokyo Tower; Setagaya-ku (fiume Meguro-gawa); santuario Meiji; Omotesando; Harajuku; Shibuya (statua Hachiko, Shibuya crossing); metro
4 1 ma TOKYO – NIKKO (140 km a nord) – TOKYO (Oedo Onsen Monogatari)Nikko: ponte Shin-kyo, Rinno-ji, Tosho-gu shrine, Taiyuin-byo,Futurasan-jinja, abissi di Kanman-ga-fuchi Trenobus, trek
5 2 me TOKYO: Senso-ji; parco Ueno (statua Saigo Takamori, lago, Toshogu, Gogo-jinja); Yanaka-Reyen; Akihabara; Ginza, Shinjuku (terrazze panoramiche, Golden Gay) metro
6 3 gio TOKYO – KAMAKURA – TOKYO  (51 km a sud)Kamakura: Engaku-ji, Tokei-ji, Kencho-ji, Hachiman-gu, Daibutsu 1°  JRP
7 4 ve TOKYO -  HAKONE – TOKYO (RoppongiHakone: Odawara, Hakone Yumoto, Museo d’arte all’aperto, Gora, Soun-zan, Owakudani, Togendai, Hakone Yumoto (Onsen Tenzan Toji-kyo) 2° JRPbus, barca funivia,
8 5 sa TOKYO – TAKAYAMA (513 km a sud)Takayama: Hida no Sato (folk village) 3° JRPbus
9 6 do TAKAYAMA – KYOTO (Gion)Takayama: Miya-gawa, Takayama Jinja, Sanmachi Suji, Takayami Matsuri Yatai Kaian, Sakurayama Hachimangu, sentiero x Higashiyama (1h30m) 4° JRPtrek
10 7 lun KYOTO – NARA (42 km a sud) – KYOTO (Fushimi-inari Taisha, Pontocho)Nara: Yoshiki-en, Nandai-mon, Todai.ji, Nigatsu-do, Sangatsu-do,Kasuga Taisha, Wakamiya-jinja, Kofuku-ji 5° JRPtrek
11 8 ma KYOTO – MIYASHIMA – HIROSHIMA – KYOTO (stazione)Miyashima: Torii, Itsukushima-jinja, Daigan-ji;Hiroshima: Cupola bomba atomica, Parco della Pace 6°JRPtreno, bus barca
12 9 me KYOTO – HIKONE (castello) – KYOTOKyoto, Arashiyama (Tenryu-ji, bosco di bambù, Okochi Sanso), Nijo 7°JRPtrek
13 10 gi KYOTO:nord-ovest (Kinkaku-ji, Ryoan-ji); sudHigashiyama nord (Ginkaku-ji, Honen-in, sentiero filosofia, Nanzen-ji)

Higashiyama sud (tramonto Kiyomizu-dera); Funaoka Onsen

Trek
14 11 ve KYOTO (Mercato Nishiki, Gion, Higashi Hongan-ji) – OSAKA (Izumisano) Trek/treno
15 12 sa OSAKA: torri panoramiche a Umeda, castello, Dotonbori aereo
16 13 do Osaka - Pechino – Milano / Roma aereo

GIAPPONE SOLO 013 800x600GIAPPONE SOLO 018 450x600GIAPPONE SOLO 035 800x600GIAPPONE SOLO 055 800x600GIAPPONE SOLO 077 800x600GIAPPONE SOLO 082 800x600GIAPPONE SOLO 109 800x600GIAPPONE SOLO 111 800x600GIAPPONE SOLO 126 800x600GIAPPONE SOLO 141 800x600GIAPPONE SOLO 152 800x600GIAPPONE SOLO 161 800x600GIAPPONE SOLO 170 800x600GIAPPONE SOLO 172 450x600GIAPPONE SOLO 181 800x600GIAPPONE SOLO 184 800x600GIAPPONE SOLO 185 800x600GIAPPONE SOLO 188 450x600GIAPPONE SOLO 189 800x600GIAPPONE SOLO 211 450x600GIAPPONE SOLO 220 800x600GIAPPONE SOLO 236 800x600GIAPPONE SOLO 244 800x600GIAPPONE SOLO 251 800x600GIAPPONE SOLO 274 800x600GIAPPONE SOLO 298 800x600GIAPPONE SOLO 303 800x600GIAPPONE SOLO 355 800x600GIAPPONE SOLO 357 800x600GIAPPONE SOLO 369 450x600GIAPPONE SOLO 392 800x600GIAPPONE SOLO 414 800x600GIAPPONE SOLO 415 800x600GIAPPONE SOLO 437 800x600GIAPPONE SOLO 471 800x600GIAPPONE SOLO 475 800x600GIAPPONE SOLO 477 800x600GIAPPONE SOLO 489 800x600GIAPPONE SOLO 496 800x600GIAPPONE SOLO 505 450x600GIAPPONE SOLO 508 800x600GIAPPONE SOLO 515 800x600GIAPPONE SOLO 517 800x600GIAPPONE SOLO 519 800x600GIAPPONE SOLO 530 800x600GIAPPONE SOLO 532 800x600GIAPPONE SOLO 539 800x600GIAPPONE SOLO 549 800x600GIAPPONE SOLO 577 800x600GIAPPONE SOLO 598 450x600GIAPPONE SOLO 622 800x600GIAPPONE SOLO 634 800x600GIAPPONE SOLO 645 800x600GIAPPONE SOLO 654 800x600GIAPPONE SOLO 661 800x600GIAPPONE SOLO 675 800x600GIAPPONE SOLO 689 800x600GIAPPONE SOLO 690 800x600GIAPPONE SOLO 695 800x600GIAPPONE SOLO 698 800x600GIAPPONE SOLO 714 800x600GIAPPONE SOLO 733 800x600GIAPPONE SOLO 744 800x600GIAPPONE SOLO 751 800x600

lUCA DI BIANCA

SCRITTORE-VIAGGIATORE
Luca Di Bianca è uno scrittore-viaggiatore e scrive per beneficenza. I proventi dei suoi libri hanno finanziato diversi progetti e associazioni

Sostieni i miei progetti acquistando i libri. Contattami o clicca sull'icona Amazon.