Articles in Category: Viaggi

ALASKA

L'ultima frontiera

ALASKA DISCOVERY 2016

“Desideravo acquisire la semplicità, i sentimenti puri e le virtù della terra selvaggia, spogliarmi delle abitudini artificiali, dei pregiudizi e delle imperfezioni del mondo civilizzato e trovare, nella solitudine e nella grandiosità del selvaggio ovest, vedute più corrette della natura umana e dei veri interessi dell'uomo."  Estwick Evans

TALKEETNA - KNICK GLACIER

ALASKA 048 800x550ALASKA 063 800x533ALASKA 068 800x533

HOMER BAY and KATMAI NATIONAL PARK (BEAR WATCHING)ALASKA 517 800x533ALASKA 525 800x543ALASKA 530 800x592ALASKA 554 800x530ALASKA 555 800x519ALASKA 560 800x525ALASKA 565 800x533ALASKA 569 800x583ALASKA 585 800x533

DENALI NATIONAL PARK

ALASKA 083 2 800x533ALASKA 102 800x533ALASKA 104 2 800x533ALASKA 104 3 800x533ALASKA 141 2 800x561ALASKA 151 800x556

MAGIC BUS (il bus nelle immagini è stato utilizzato per alcune riprese del film "into the wild" di Sean Penn; l'originale si trova nei pressi dello Stampede Trail ed è altamente sconsigliato raggiungerlo nel mese di agosto per il pericoloso guado del fiume Teklanika in piena che impedì allo stesso Chris McCandless il ritorno nella civiltà)ALASKA 154 800x500ALASKA 168 800x533ALASKA 169 800x533ALASKA 173 2 800x533

magic bus camurri 800x464

TRIPLE LAKE

ALASKA 177 800x533ALASKA 209 800x533ALASKA 212 800x533

ON THE ROAD

ALASKA 221 800x533ALASKA 025 800x533ALASKA 228 800x533ALASKA 231 800x533McCARTHY - KENNEKOTTALASKA 234 800x533ALASKA 236 800x533

ROOT GLACIERALASKA 262 800x533ALASKA 274 800x533ALASKA 278 800x533VOLO SUL WRANGLER-ST.ELIASALASKA 298 800x533ALASKA 300 800x533ALASKA 310 800x533WORTHINGTON GLACIERALASKA 330 800x533

VALDEZ

ALASKA 336 800x533ALASKA 338 800x533ALASKA 359 800x533ALASKA 362 800x533

WHITTIER (nata come base militare durante la seconda guerra mondiale, la città-caserma conta più di 200 abitanti ed ha all'interno scuola primaria e secondaria, una chiesa e tutti i servizi necessari di un centro abitato... racchiusi in una caserma)

ALASKA 371 800x533

SEWARD - NORTHFJORDENALASKA 377 692x600ALASKA 419 800x551ALASKA 421 800x533ALASKA 424 800x533ALASKA 425 800x533ALASKA 430 800x533ALASKA 432 800x533ALASKA 436 800x533

SEWARD - HARDING ICE FIELDALASKA 460 800x533ALASKA 464 800x533RUSSIAN RIVERALASKA 479 800x533

NICHILNIKALASKA 489 800x533

HOMERALASKA 505 800x533ALASKA 511 800x533ALASKA 585 800x533ALASKA 589 800x533ALASKA 610 693x600ALASKA 614 800x533ALASKA 623 800x533

ALASKA 024 798x600

"Preferisco il cielo stellato al soffitto, il sentiero oscuro e difficoltoso verso l'ignoto alla strada asfaltata, e la pace profonda del selvaggio allo scontento generato dalle città. La bellezza intorno mi è sufficiente"

Di seguito potete leggere il racconto del mio compagno di viaggio Nicola Dal Sasso, basta cliccare in basso

ALBANIA

Mosaico balcanico nel paese dell'aquila a due teste

ALBANIA - luglio 2022

Dopo decenni di isolamento, il paese è pronto ad accogliere sia il turista da spiaggia che il viaggiatore alla ricerca di storia e tradizione.

L'Albania, in lingua locale Shqiperia "Il paese delle aquile", faceva parte dell’Illyria, un territorio molto più esteso che si allargava nelle attuale  Montenegro, la Slovenia, il Kosovo, la Serbia, la Croazia e la Macedonia. L’Illyria entrò a far parte dell’Impero Romano nel 214 d.C. e ha dato i natali a più di un Imperatore. Quando Costantino spostò la capitale da Roma a Bisanzio – fondando la città di Costantinopoli – adottó come simbolo proprio l’aquila bifronte. Una testa guardava verso Occidente ovvero verso Roma e l’altra verso Oriente dove aveva portato la nuova Roma. Nel XVI secolo l'eroe nazionale Skanderberg fece sventolare il vessillo dell'aquila bifronte nel castello di Kruja, l'antica capitale; una bandiera di sfondo rosso, colore che voleva rappresentare la forza ed il coraggio degli albanesi nell'opporsi all'avanzata ottomana che anni dopo ripresero comunque il potere.

L’età contemporanea ci porta al 1924, anno in cui il Principato d’Albania si trasformò nella Repubblica Albanese e successivamente nel Regno d’Albania. Questi grandi cambiamenti furono portati da una grave instabilità politica e dalle numerose differenze etniche all’interno dei Balcani. Fu così che durante la Seconda Guerra Mondiale l’Albania venne occupata dalle truppe fasciste e naziste di Italia e Germania.

Ma proprio per via di questa occupazione da parte delle truppe dell’Asse, nel 1944 salì al potere Enver Hoxha, che creò la Repubblica Popolare Socialista d’Albania. Il paese si ritrovò così di fronte a un nuovo grande cambiamento che la isolò dal resto del mondo e il regime comunista perdurò fino al 1991, anno in cui nacque l’odierna Repubblica d’Albania. 

TIRANA

Facciata del Museo Storico Nazionale "Gli Albanesi" dove sono raffigurati soldati illirici, combattenti e intellettuali della resistenzacontro gli ottomani, partigiani e lavoratori che conducono il paese alla gloria, rappresentato dalla donna al centro.1 ALBANIA IMG 0187 800x534L'eroe nazionale Skenderberg nell'omonima piazza1 ALBANIA IMG 0189 800x530Bunk'Art 2, il museo-bunker al centro della capitale. Una sorta di città sotterranea fatta costruire come rifugio per un'eventuale invasione durante il periodo comunista che collegava i vari edifici governativi e consentiva spostamenti segreti. Ospitava anche prigioni, stanze operative per interrogatori e torture e sale dei bottoni della grande macchina del terrore di Enver Hoxha.2ALBANIA IMG 0168 800x533ALBANIA IMG 0152 800x533ALBANIA IMG 0153 800x533ALBANIA IMG 0160 800x533ALBANIA IMG 0162 800x533ALBANIA IMG 0163 800x533Ufficio governativoALBANIA IMG 0169 800x534Moschea di Ethem BeyALBANIA IMG 0172 800x533ALBANIA IMG 0177 800x533ALBANIA IMG 0181 800x534ALBANIA IMG 0185 800x533Costa Adriatica Orikum ALBANIA 20220705 192636 800x600Costa Ionica Himare, il castello di Ali Pasha e le rovine del borgo di epoca bizantina con l'antica chiesa dedicata a San Sergio e San Bacco i due legionari romani del IV secolo che si rifiutarono di adorare gli idoli pagani affermando la loro fede cristiana e quindi fatti uccidere brutalmente dall'imperatore. Una particolarità del loro martirio è che entrambi, come prima cosa, furono costretti a sfilare davanti alla popolazione vestiti da donna e a subire il dileggio generale, un dettaglio che per molti stava a rappresentare che i due erano amanti. Sono venerati da tutte le chiese che ammettono il culto dei santi tranne quella cattolica che li ha de-canonizzati nel 1969 per "mancanza di prove storiche".1 ALBANIA IMG 0142 800x533ALBANIA IMG 0120 800x533ALBANIA IMG 0124 800x533ALBANIA IMG 0125 800x534ALBANIA IMG 0129 800x533ALBANIA IMG 0146 800x534KSAMIL, forse il luogo più fotografato del paeseALBANIA 20220703 193325 2 800x445ALBANIA 20220703 201024 3 800x600ALBANIA zIMG 0110 800x533GJIROKASTER dal nome greco Argyropolis o Argyrocastron che significa Città d'argento, dato che quando piove i tetti ed i selciati di pietra liscia luccicano come se la città fosse fatta di questo metallo prezioso.ALBANIA IMG 0072 800x533ALBANIA IMG 0077 800x534ALBANIA IMG 0080 800x533ALBANIA IMG 0085 800x534ALBANIA IMG 0103 800x534BERAT città dalle mille finestre, altra roccaforte ottomana.ALBANIA IMG 0030 800x533ALBANIA IMG 0032 800x533Moschea di piombo, Moschea del Re, antico Caravanserraglio, Tekke degli Helveti (un ordine del sufismo), Moschea degli ScapoliALBANIA IMG 0003 800x541ALBANIA IMG 0005 800x533ALBANIA IMG 0007 800x533ALBANIA IMG 0009 800x533ALBANIA IMG 0015 800x534Kala, cittadellaALBANIA IMG 0043 800x533ALBANIA IMG 0052 800x533ALBANIA IMG 0060 800x533ALBANIA IMG 0066 800x533

ALBANIA - Luglio 2022

ARGENTINA - PATAGONIA

Da Buenos Aires alla Terra del Fuoco

ARGENTINA

PATAGONIA e TERRA DEL FUOCO 2009

“Allergico al potere arrogante dell’uomo dispotico

perchè è la Terra il mio liquido amniotico” Il cacciatore errante.

 

ARMENIA

All'ombra dell'Ararat, sulle pendici del Caucaso

ARMENIA ottobre 2016

All'ombra dell'Ararat sulle pendici del Caucaso: viaggio nella terra del popolo che per primo abbracciò il credo cristiano.

ZVARTNOTS

ARMENIA e GEORGIA 004 800x549ARMENIA e GEORGIA 009 2 800x533CHIUESA DI SANTA GAYANE processione religiosa domenicaleARMENIA e GEORGIA 018 800x533ARMENIA e GEORGIA 023 800x533

ECHIMIADZIN sede del Catholicos, l'Arcivescovo della Chiesa Nazionale ArmenaARMENIA e GEORGIA 032 800x533ARMENIA e GEORGIA 033 800x533

Museo di Echmiadzin, in ordine: la lancia che il centurione romano Longino utilizzò per trafiggere il costato di Gesù crocifisso; la reliquia contenente frammenti della Santa Croce e la reliquia contenente parte delle spoglie di San Luca Evangelista ed altri SantiARMENIA e GEORGIA 036 800x533ARMENIA e GEORGIA 040 800x533ARMENIA e GEORGIA 041 800x533

GHEGARDARMENIA e GEORGIA 044 800x533ARMENIA e GEORGIA 046 800x533ARMENIA e GEORGIA 049 800x533ARMENIA e GEORGIA 052 800x533ARMENIA e GEORGIA 054 800x533ARMENIA e GEORGIA 055 800x533ARMENIA e GEORGIA 057 800x533ARMENIA e GEORGIA 061 800x533

GARNIARMENIA e GEORGIA 063 800x533

KHOR VIRAP il luogo dove Re Tiridate imprigionò San Gregorio l'Illuminatore. Il Santo in seguito lo guarì dalla malattia ed il Re decise di abbracciare la religione professata da Gesù e di fatto l'Armenia diviene il primo paese Cristiano.

ARMENIA e GEORGIA 084 800x533ARMENIA e GEORGIA 090 800x533...come sarebbe dovuta essere Khor Virap con il sole :) scatto non di mia proprietàARMENIA e GEORGIA 207 800x533

NOVARANQ

ARMENIA e GEORGIA 122 800x533ARMENIA e GEORGIA 135 800x533

Caravanserraglio nei pressi di SelimARMENIA e GEORGIA 148 800x533

SevanARMENIA e GEORGIA 161 800x533ARMENIA e GEORGIA 178 2 800x533

DILIJAN

ARMENIA e GEORGIA 182 800x533ARMENIA e GEORGIA 191 800x533ARMENIA e GEORGIA 198 800x533ODZUNARMENIA e GEORGIA 203 800x533ARMENIA e GEORGIA 225 800x533HAGHPATARMENIA e GEORGIA 237 800x533

YEREVAN la fiamma che ricorda le vittime del genocidio

ARMENIA e GEORGIA 073 800x533

BELIZE

Nel mare cristallino dei Caraibi

BELIZE 2011

Un viaggio alle acque splendide degli atolli del Mar dei Carabi a Caye Caulker.  Per iniziare snorkeling di tre ore a Shark Ray Village: un reef a pochi chilometri di fronte al porto del Caye, dove è possibile nuotare con razze e squali nutrice. I pesci sono attirati dai barcaioli che giornalmente gli offrono sarde o altri pesci sminuzzati. Altra escursione alla riserva marina di Hol Chan con snorkeling a Shark Ray Alley e gita a San Pedro. Più impegnativa l’escursione al Blue Hole il ‘Buco’ situato nel Lighthouse Reef, la barriera più lontana dalla costa, la discesa si effettua lungo la parete che come in un imbuto porta in una grotta circolare a circa 35 m, con stalattiti e stalagmiti. Ancora il Long Caye, e poi si sbarca nel Parco di Half-Moon Caye, uno splendido parco naturale. Altre escursioni al Manatee’s Park e al Goffrey Caye.

 

 

BIRMANIA

nell'autentico sud-est Asiatico

BIRMANIA

dicembre 2014/gennaio 2015
 
1 22 D-lun ROMA/MILANO –  IL CAIROIL CAIRO - BANGKOK Aereo/aereo
2 23 D-mar BANGKOK (arrivo 12:40 e cambio aeroporto)BANGKOK – YANGON (arrivo 20:55 Shwedagon Paya) Aereo/busbus
3 24 D-mer YANGON (pagamento servizi)-BAGO: Kyaik Pun Paya, Shwemawdaw Paya, Shwethalyaung Buddha, Mahazedi Paya, Swegugale Paya – KYAIKTIYO (GOLDEN ROCK) Bus
4 25 D-gio KYAIKTIYO (GOLDEN ROCK) – YANGON (night bus) –MANDALAY (bus notturno h 21-h 6) Bus /truckbus notturno
5 26 D-ven MANDALAY – MINGUN: Settawya Paya, Mingun Paya, Mingun Bell, Hsinbyume Paya-MANDALAY: Mahamuni Paya, Golden Leaf, Shwenandaw Kyaung, Kuthodaw Paya,Mandalay Hill (tramonto) BusBarcabus
6 27 D-sab MANDALAY: mercato della Giada, laboratori scalpellini – AMARAPURA: Bagaka Kyaung, Maha Ganayon Kyaung-SAGAING: Kaunghmudaw Paya, Umin Thouzeh, Soon U Ponya Shin Paya–INWA: Bagaya Kyaung, Yedanasini, Nanmyn, Maha Aungmye Bonzan

–U BEIN BRIDGE (tramonto)

–MANDALAY (treno notturno per Bagan h 21- h 4)

BusTreno notturno
7 28 D-dom BAGAN: Buledi Temple (alba); Shwezigon Paya, Wetkyi in Gubyaukgy e Gubyauknge, Dhammayangyi Pahto, Ananda Pahto, Thatbyinnyu Pahto.Gubyaukgyi, Manuha Paya, Pyathada Paya (tramonto) Bus
8 29 D-lun BAGAN – MONTE POPA–BAGAN bike tour: Shwegugyi, Mimalaung Paya, Pahtothamya, Nathlaung Kyaung, Shwesandaw Paya (tramonto sul piccolo tempio di fronte) Busbici
9 30 D-mar BAGAN–KALAW: Hsu Taung Pye Paya, Aung Chan Tha Zedi, five days market, Thein Taung Paya–PINDAYA Bus
10 31 D-mer PINDAYA: Golden Cave, five days market–TAUNGGYI – KAKKU –TAUNGGYI- NYAUNG SHWE Bus
11 1 G-gio NYAUNG SHWE– LAGO INLE: Ywama, Inthein (Nyaung Ohak, Shwe Inn Thein Paya), Paung Daw Oo Paya, In Phaw Khone, Floating Markets, Nga Hpe Kyaung;– NYAUNG SHWE (night bus per Yangon h 18 – h 6) Busbarcabus notturno
12 2G-ven YANGON: Shwedagon Paya, Bagyoke Aung San Market, Sule Paya, Chaukhtatgyi Paya, Aung San Suu Kyi houseYANGON (volo 17:25) - BANGKOK (cambio aeroporto) Busaereo
13 3G-sab BANGKOK-ROMA/MILANO aereo

BOLIVIA

Nel cuore dell'America Latina

BOLIVIA

agosto 2013

BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 019 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 025 450x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 041 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 062 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 086 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 097 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 100 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 112 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 115 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 128 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 131 450x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 139 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 140 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 148 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 149 450x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 166 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 188 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 205 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 206 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 238 450x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 240 450x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 260 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 264 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 269 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 278 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 293 450x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 295 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 302 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 306 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 308 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 311 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 324 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 326 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 327 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 337 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 436 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 437 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 438 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 440 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 442 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 575 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 577 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 581 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 585 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 588 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 596 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 600 800x600P1180199 800x600P1180288 800x600P1180301 450x600P1180305 800x600P1180307 800x600P1180324 450x600

 

1 4 dom Roma/Milano – Madrid - Santa Cruz aereo

2

5 lun

Santa Cruz  –  Sucre (volo 30 min)

ostello

3

6 mart

Sucre (visita città) – Potosì (h 17 bus 3ore)

ostello

4

7 mer

Potosì - Cerro Rico (miniera) – Potosì - Tupiza ( h 19 bus 6 ore)

albergo

5

8 gio

Tupiza tour quebradas, triathlon (cavallo/mountain bike/jeep);

-cavallo: Puerta del diablo, Valle de los machos, Canon del inca.

-mountain bike: El Sillar, Palala

-jeep: Canon duende, Toroyo, Poronga (tramonto)

albergo

6

9 ven

Tupiza (Palala, El Sillar) – San Antonio Lipez – San Antonio Lipez ruinas -

Laguna Morejon – Quetena Chico

 basico

7

10 sab

Quetena Chico – Laguna Hedionda Sur – Kollpa Laguna –

Salar de Chalviri – Aguas Calientes (laguna Polques)- Laguna Verde – Laguna Bianca – Hito Cajon (frontiera Bolivia Cile) – San Pedro de Atacama –  Valle de los Dinosauris – Valle de la Muerte – Mirador del Coyote – Cavernas de Sal – Las Tres Marias – Valle de la Luna (tramonto)

ostello

8

11 dom

San Pedro de Atacama – Socaire - Laguna Miscanti e Miniques –

 Aguas Calientes – Piedras Rojas Socaire – Laguna Chaxa – Toconao -

San Pedro de Atacama

ostello

9

12 lun

San Pedro de Atacama – Geyser El Tatio – Caspana –  Calama – Chuquicamata (miniera) –  San Pedro de Atacama

ostello

10

13 mar

San Pedro de Atacama – Hito Cajon (frontiera Cile-Bolivia) –

Laguna Blanca – Laguna Verde – Deserto di Dalì – Aguas Calientes (laguna  Polques) – Sol de Manana – Laguna Colorada

basico

11

14 mer

Laguna Colorada – Arbor de Piedra (Deserto de Silioli) – Laguna Ramaditas – Laguna Honda – Laguna Charcota – Laguna Hedionda norte – Laguna Canapa – Mirador Volcan Ollague – Salar de Chiguana – San Juan – Atulcha

Hotel

di sale

12

15 gio

Atulcha – Salar de Uyuni – Isla Incahuasi – Coquesa – Mumias - Mirador Volcan Tunupa – Coquesa - Jirira

ostello

13

16 ven

Jirira – Oruro (h15:30 bus)– La Paz

Hotel

14

17 sab

La Paz (Mountain Bike carretera de la muerte / visita città)

Hotel

15

18 dom

A) 8 pax La Paz (visita città)

Hotel / aereo

16

19 lun

A) La Paz – Santa Cruz – Madrid – Italia

aereo

 

BOSNIA e MONTENEGRO

Dal cuore dell'Herzegovina alle coste Adriatiche

BOSNIA HERZEGOVINA e MONTENEGRO 

BOSNIA

Blagaj, casa dei Dervisci20210804 112613 2 800x600IMG 0097 800x562

PociteljIMG 0065 800x533IMG 0068 800x533IMG 0070 800x533

MostarIMG 0099 800x527IMG 0101 800x533IMG 0104 800x531IMG 0105 800x534IMG 0106 800x534IMG 0107 800x533IMG 0110 800x533

MONTENEGRO

Sveti Stefan119460929 621931345185968 2886939594135774256 n 800x508

Bocche di Cattaro237351064 213817350696268 8085517178604607418 n 800x503

Perast

IMG 0120IMG 0123IMG 0132 3IMG 0145IMG 0153

Kotor

IMG 0166nmnmmnIMG 0169IMG 0173

BOTSWANA

Nella savana selvaggia

BOTSWANA 2011

Partiamo dal Parco nazionale Chobe sui fianchi dell’omonimo fiume. Poi a bordo di una comoda imbarcazione per una rilassante escursione sul fiume Chobe, al tramonto, con un sole incredibile che scomparirà dietro ciuffi d’erba gialla delle savane e gli alberi delle foreste. Game drive per incontrare ancora animali attorno alle pozze del parco quindi puntiamo verso Sud entrando di nuovo nel Parco Chobe, sostando a Ihaha per visitare l’attiguo parco di Serondela. Usciamo dal Parco per raggiungere il Savuti dove di notte non mancheranno jene, sciacalli ed elefanti di far visita al nostro campo. Partiamo per il Parco Moremi dove andremo a campeggiare in una delle aree riservate alle tende poi da Xakanaxa ci imbarchiamo su una lancia veloce. La regione è molto salubre, l’aria è limpida e secca, poche le zanzare e i moscerini. L’ambiente è affascinante con lagune e una vegetazione verdissima che superiamo percorrendo stretti canali tra papiri e canne. Sulle rive animali al pascolo: gazzelle, antilopi, elefanti e una grande varietà di uccelli, prima fra tutti la splendida fish eagle, l’aquila dal collo bianco che con il suo volo solenne scende in picchiata a raccogliere il pesce che la guida getta vicino alla nostra imbarcazione. Da Xakanaxa o dal nostro campo, effettueremo indimenticabili safari fotografici durante le ore del mattino e prima del tramonto…una lieve nostalgia comincerà ad assalirci pian piano, è l’Africa che ci è entrata dentro per sempre. Lasciamo il parco Moremi per Maun dove ci si offre la possibilità di dare un fantastico saluto all’Africa effettuando un “Sunset flight” sul delta dell’Okawango con la calda luce del tramonto. L’aereo sorvolerà a bassa quota i vari rami del fiume…saranno le ultime immagini che ci resteranno indelebilmente scolpite nella nostra memoria. Da Maun il volo per l’Italia.

 

BULGARIA

Nella terra dei Traci

BULGARIA, giugno 2021

Nella terra dei Traci, l’antica serdika romana, tra musiche gitane, monasteri ortodossi e villaggi ottomani

MONASTERO DI RILA – CHIESA DI ROZHDESTVO BOGORODICHNO

BULGARIAIMG 0113 800x533BULGARIAIMG 0120 2 800x581BULGARIAIMG 0124 m 800x533BULGARIAIMG 0129 800x533BULGARIAIMG 0133 2 800x533BULGARIAIMG 0138 800x533

EREMO DI SVETI LUKA e GROTTA DI SVETI IVAN

BULGARIAIMG 0144 800x537BULGARIAIMG 0146 2 800x533BULGARIAIMG 0149 800x564BULGARIAIMG 0150 800x539BULGARIAIMG 0151 800x533BULGARIAIMG 0152 800x533

SOFIA

CATTEDRALE ALEKSANDER NEVSKY

BULGARIAIMG 0054 800x533BULGARIAIMG 0070 800x568BULGARIAIMG 0082 800x533BULGARIAIMG 0101 2 800x549

BULGARIAIMG 0037 2 786x600BULGARIAIMG 0038 2 800x593

SINAGOGA E MOSCHEA BANYA BASHI

BULGARIAIMG 0011 800x558BULGARIAIMG 0015 790x600

ROVINE ROMANE DI SERDICA E SVETA PETKA SAMARDZHIISKA

BULGARIAIMG 0021 800x533BULGARIAIMG 0027 800x533BULGARIAIMG 0030 800x533

STATUA DI SANTA SOFIA

BULGARIAIMG 0026 800x582

INTERNO SVETA NEDELYA E CHIESA RUSSA DI SVETI NIKOLAI

BULGARIAIMG 0032 800x564BULGARIAIMG 0049 783x600BULGARIAIMG 0053 800x573

INTERNI DEL MUSEO DELLE ICONE ALEKSANDER NEVSKY

BULGARIAIMG 0056 800x533BULGARIAIMG 0058 400x600BULGARIAIMG 0059 400x600

 

BULGARIAIMG 0076 800x560BULGARIAIMG 0079 800x567BULGARIAIMG 0081 800x533BULGARIAIMG 0155 800x533

MERCATO DELLE DONNE - QUARTIERE TURCO

BULGARIAIMG 0002 800x533BULGARIAIMG 0005 800x533BULGARIAIMG 0007 800x533BULGARIAIMG 0009 800x533

PLOVDIV

teatro romano costrito da Traiano nell’allora Filippopoli. Costantino Imperatore e la madre Elena. Sveta Marina

BULGARIAIMG 0196 800x533BULGARIAIMG 0198 800x533BULGARIAIMG 0201 800x539

BULGARIAIMG 0157 800x534BULGARIAIMG 0159 800x584BULGARIAIMG 0163 774x600BULGARIAIMG 0165 800x547BULGARIAIMG 0171 800x594BULGARIAIMG 0176 558x600BULGARIAIMG 0180 800x542BULGARIAIMG 0183 800x556BULGARIAIMG 0190 800x529

CAMBOGIA

Tra regni antichi e follia genocida

CAMBOGIA 2010

Partiamo dall’Italia per Bangkok ed entriamo via terra in Cambogia, per arrivare a Siem Reap, dove faremo base per le nostre visite ai templi diAngkor.
Sparpagliati su una superficie enorme e circondati dalla foresta, i templi di Angkor sono il punto di perfezione dell’architettura khmer: l’Angkor Wat, costruito nel XII secolo dal re Suryavarman II e raffigurante la cosmologia Khmer, è il più noto e sicuramente il più stupefacente, ma la “scoperta” degli altri templi da visitare - Angkor Thom, Ta Prohm, Bayon, Baphuon solo per citarne alcuni - renderà la visita di Angkor una magia ed una sorpresa continua.
Dopo Angkor si parte con un autobus di linea per raggiungere Phnom Penh, dove impiegheremo una mezza giornata per una doverosa visita al campo di sterminio di Choeung Ek e alla prigione di Tuol Sleng. In questi luoghi tra il 1975 e il 1979 migliaia di cambogiani furono torturati ed uccisi per mano del folle regime di Pol Pot; oggi trasformati in luoghi simbolici di forte impatto, rappresentano un monito per tutta l’umanità affinchè non dimentichi e non permetta che si ripeti.

cambogia vietnam 021 450x600cambogia vietnam 028 800x600cambogia vietnam 032 450x600cambogia vietnam 043 450x600cambogia vietnam 049 450x600cambogia vietnam 055 800x600cambogia vietnam 065 450x600cambogia vietnam 067 450x600cambogia vietnam 070 450x600cambogia vietnam 077 800x600cambogia vietnam 079 800x600cambogia vietnam 090 800x600cambogia vietnam 090 800x600 2cambogia vietnam 093 800x600cambogia vietnam 095 800x600cambogia vietnam 104 800x600cambogia vietnam 109 800x600cambogia vietnam 111 800x600cambogia vietnam 112 800x600cambogia vietnam 129 800x600cambogia vietnam 133 800x600cambogia vietnam 138 450x600cambogia vietnam 139 800x600cambogia vietnam 140 800x600cambogia vietnam 141 800x600cambogia vietnam 142 800x600cambogia vietnam 150 800x600cambogia vietnam 159 800x600cambogia vietnam 160 800x600cambogia vietnam 162 800x600cambogia vietnam 164 800x600cambogia vietnam 171 800x600cambogia vietnam 174 800x600cambogia vietnam 176 800x600cambogia vietnam 179 800x600cambogia vietnam 193 800x600cambogia vietnam 194 800x600cambogia vietnam 195 800x600cambogia vietnam 197 800x600cambogia vietnam 199 800x600cambogia vietnam 206 800x600cambogia vietnam 211 800x600cambogia vietnam 214 800x600cambogia vietnam 222 450x600cambogia vietnam 223 800x600cambogia vietnam 233 800x600cambogia vietnam 234 800x600cambogia vietnam 237 800x600cambogia vietnam 769 800x600

CAMPI PROFUGHI

Viaggio fra i rifugiati del Sahara Occidentale

DICEMBRE-GENNAIO 2017/2018

Progetto Campi profughi Sahrawi in collaborazione con l’Associazione Jaima Sahrawi di Reggio Emilia. Smara, Algeria del Sud.

“Vieni solo con la tua umanità, per sentirti più uomo, senza vanità; a salvare l’innocenza che sopravvive dalla guerra e dalla sua indecenza. Vieni ad evitare la morte che trascina la mia sorte, ad asciugare le silenziose lacrcime che soffocano le nostre anime. Vieni per non dimenticare quello che hai vissuto qua, per essere l’eco della mia voce che reclama libertà”

IMG 1342 2 800x579

Progetto Luca Di Bianca: bonifico del guadagno del suo ultimo libro “L’equilibrio Molteplice dell’Uno” nei mesi di novembre e dicembre; consegna del materiale scolstico raccolto presso la scuola elementare e media Montelucci di Guidonia (RM); consegna palloni e pompe gentilmente donati da Massimiliano Mogavero direttore di Decathlon Settecamini (RM).IMG 1662 751x600IMG 1666 800x533IMG 1700 800x546IMG 1708 800x564IMG 1412 800x533IMG 1423 800x533IMG 1429 800x533IMG 1431 800x533

CAMPO PROFUGHI SMARA, REPUBBLICA ARABA SAHRAWI DEMOCRATICA

Il popolo Sahrawi era residente nella zona del Sahara Occidentale, dominato dalla Spagna. Nel 1963 viene incluso dalle Nazioni Unite nell’elenco dei paesi da decolonizzare e nel 1966 l’ONU ratifica l’atto di autodeterminazione. La zona è ricca di fosfati e di possibili attività legate alla pesca e nel 1975 comincia l’invasione del Marocco che data la resistenza Sahrawi, vede anche l’utilizzo delle bombe al napalm. Ad invasione completa, tutta la popolazione è costretta all’esodo e trova rifugio in Algeria presso la zona di Tindouf. Nel 1991 con il cessate il fuoco, l’Onu invia in missione una delegazione per vigilare sulla tregua ed organizzare il previsto e ancora oggi mai tenuto referendum.

IMG 1220 800x554IMG 1221 800x544IMG 1245 768x600IMG 1286 800x563IMG 1297 800x533IMG 1304 800x533IMG 1331 800x538IMG 1342 2 800x579
IMG 1227 800x533IMG 1236 800x533IMG 1238 800x533IMG 1242 800x533IMG 1257 788x600IMG 1349 800x533IMG 1358 800x533IMG 1440 800x533IMG 1499 800x533IMG 1532 800x533IMG 1616 800x533IMG 1617 800x533IMG 1640 800x533IMG 1643 800x533
IMG 1213 800x533IMG 1363 800x533IMG 1367 800x533IMG 1512 800x533IMG 1546 800x533IMG 1548 2 800x523IMG 1559 800x533IMG 1570 800x533IMG 1576 800x533IMG 1583 800x533IMG 1631 2 800x533
In collaborazione Jaima Sahrawi è stato attuato un progetto fotografico con i ragazzi della scuola del campo profughi di Smara. Il tema scelto è stato: RIVOLUZIONI-Ribellioni, cambiamenti, utopie
IMG 1263 800x533IMG 1264 800x533IMG 1266 800x533IMG 1276 800x533IMG 1280 800x533
 L’ultimo giorno a scuola è stata fatta una mostra del lavoro effettuato insieme alla consegna di materiale scolastico, sportivo e medicinali.
IMG 1644 800x533IMG 1669 800x533IMG 1673 800x533IMG 1674 800x533IMG 1686 800x533IMG 1695 800x533
IMG 1444 800x533
Altri progetti sono stati: l’incontro con il ministro della salute con il dentista Stefano Dallari per istituire una commissione con l'associazione Italiana Dentisti Italiani
IMG 1206 800x533IMG 1314 800x533
-l’insegnamento del gioco del calcio da parte della volontaria Sara Conversi
IMG 1601 800x533
 
 
 
ALGERI, città di scalo per la tratta verso Tindouf
IMG 1166 800x533IMG 1184 800x533IMG 1185 399x600

CILE

Dalla Patagonia Cilena a San Pedro de Atacama

PATAGONIA CILENA 2009:

Parco Nazionale delle Torres del Paine, spettacolo di poderose guglie che si specchiano nei sottostanti laghi e laghetti, camminando fra i guanacos. Apoteosi di colori: dal blu dei laghi, al nero della roccia, allo splendore dei ghiacci. Diversi i trekking: dal Ghiacciaio Grey, a quello per salire alla Laguna Los Torres o per la laguna Azul e Cebolla. Da Puerto Natales in barca fino al fiordo Ultima Esperanza  e Da Punta Arenas in battello per Punta Delgada, dopo aver visitato l’ Estancia S. Gregorio del 1887, ora abbandonata con relitti di navi sulla spiaggia. In 20 minuti si traversa lo Stretto di Magellano per essere nell’Isola Grande della Terra del Fuoco fino a Ushuaia, la città più meridionale del mondo, ma questa è un'altra pagina che si chiama Argentina.

patag 481 800x600patag 496 450x600patag 497 800x600patag 519 800x600patag 524 800x600patag 540 800x600patag 547 800x600patag 560 800x600patag 561 800x600patag 570 450x600patag 573 800x600patag 580 800x600patag 584 800x600patag 586 800x600patag 594 800x600patag 598 800x600patag 600 800x600patag 603 800x600patag 605 800x600patag 609 800x600patag 610 800x600patag 620 800x600patag 630 800x600patag 634 800x600patag 635 800x600patag 643 800x600patag 664 800x600patag 671 800x600patag 672 800x600patag 673 800x600patag 675 450x600patag 686 800x600patag 687 800x600patag 689 800x600patag 694 800x600patag 697 800x600patag 698 800x600patag 699 800x600patag 701 800x600patag 703 800x600patag 704 800x600patag 725 800x600patag 727 800x600patag 735 800x600patag 736 800x600patag 742 800x600patag 749 800x600patag 753 800x600patag 755 800x600patag 757 800x600patag 762 450x600

SAN PEDRO DE ATACAMA 2013

 Hito Cajon (frontiera Bolivia Cile) – San Pedro de Atacama –  Valle de los Dinosauris – Valle de la Muerte – Mirador del Coyote – Cavernas de Sal – Las Tres Marias – Valle de la Luna (tramonto)

San Pedro de Atacama – Socaire - Laguna Miscanti e Miniques –

 Aguas Calientes – Piedras Rojas Socaire – Laguna Chaxa – Toconao -

San Pedro de Atacama

San Pedro de Atacama – Geyser El Tatio – Caspana –  Calama – Chuquicamata (miniera) –  San Pedro de Atacama

San Pedro de Atacama – Hito Cajon (frontiera Cile-Bolivia) –

BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 346 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 364 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 376 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 379 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 384 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 387 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 389 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 395 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 399 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 406 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 409 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 410 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 411 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 412 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 424 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 427 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 429 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 436 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 437 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 438 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 440 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 442 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 446 800x600BOLIVIA CILE ISOLA DI PASQUA 449 800x600

CINA

Tra le meraviglie cinesi del nord

CINA:

HOHHOT - DATONG - YUNGANG - MONASTERO SOSPESO - PINGYIAO - RESIDENZE WANG E QUIAO - SHUANGLI - XIAN - ESERCITO DI TERRACOTTA - BEIJING - MUTIANYU

MONGOLIA CINA 2 160 800x533MONGOLIA CINA 2 171 800x533MONGOLIA CINA 2 186 800x533MONGOLIA CINA 2 189 800x533MONGOLIA CINA 2 194 800x533MONGOLIA CINA 2 226 800x533MONGOLIA CINA 2 234 800x533MONGOLIA CINA 2 235 800x533MONGOLIA CINA 2 236 800x533MONGOLIA CINA 2 237 800x533MONGOLIA CINA 2 240 800x533MONGOLIA CINA 2 243 800x533MONGOLIA CINA 2 261 800x533MONGOLIA CINA 2 276 800x533MONGOLIA CINA 2 277 800x533MONGOLIA CINA 2 299 800x533MONGOLIA CINA 2 308 800x533MONGOLIA CINA 2 325 800x533MONGOLIA CINA 2 328 800x533MONGOLIA CINA 2 334 800x533MONGOLIA CINA 2 338 800x533MONGOLIA CINA 2 340 800x533MONGOLIA CINA 2 342 800x533MONGOLIA CINA 2 359 800x533MONGOLIA CINA 2 385 800x533MONGOLIA CINA 2 388 800x533MONGOLIA CINA 2 391 800x533MONGOLIA CINA 2 396 800x533MONGOLIA CINA 2 403 800x533MONGOLIA CINA 2 404 800x533MONGOLIA CINA 2 411 800x533MONGOLIA CINA 2 412 800x533MONGOLIA CINA 2 420 800x533MONGOLIA CINA 2 433 800x533MONGOLIA CINA 2 442 800x533MONGOLIA CINA 2 449 800x533MONGOLIA CINA 2 454 800x533MONGOLIA CINA 2 477 800x533MONGOLIA CINA 2 495 800x533MONGOLIA CINA 2 498 800x533MONGOLIA CINA 2 514 800x533MONGOLIA CINA 2 528 800x533MONGOLIA CINA 2 549 800x533MONGOLIA CINA 2 557 800x533MONGOLIA CINA 2 564 800x533MONGOLIA CINA 2 565 800x533MONGOLIA CINA 2 573 800x533MONGOLIA CINA 2 610 800x533MONGOLIA CINA 2 613 800x533MONGOLIA CINA 2 622 800x533MONGOLIA CINA A 333 800x600MONGOLIA CINA A 367 800x600MONGOLIA CINA A 368 800x600MONGOLIA CINA A 371 800x600MONGOLIA CINA A 416 450x600MONGOLIA CINA A 457 800x600MONGOLIA CINA A 463 800x600MONGOLIA CINA A 470 800x600MONGOLIA CINA A 473 800x600MONGOLIA CINA A 475 800x600MONGOLIA CINA A 478 800x600MONGOLIA CINA A 481 800x600MONGOLIA CINA A 483 800x600MONGOLIA CINA A 490 800x600MONGOLIA CINA A 493 800x600MONGOLIA CINA A 496 800x600MONGOLIA CINA A 497 800x600

lUCA DI BIANCA

SCRITTORE-VIAGGIATORE
Luca Di Bianca è uno scrittore-viaggiatore e scrive per beneficenza. I proventi dei suoi libri hanno finanziato diversi progetti e associazioni

Sostieni i miei progetti acquistando i libri. Contattami o clicca sull'icona Amazon.